Il baccalà coi peperoni cruschi è un piatto tipico della Basilicata, regione al centro del Sud ricca di tradizioni e di gastronomia di qualità. Io l’ho provato una sera a cena con amici servendolo con alcune varianti che sono state particolarmente gradite proprio da amici lucani miei ospiti.

Il baccalà va tenuto in acqua per qualche giorno per farlo dissalare, dopodiché non ci vuole molto. Basta scottarlo in padella con aglio e olio EVO aggiungendo un po’ d’acqua fino a farla evaporare. Giusto qualche minuto per lessarlo, insomma!

Sui cruschi la storia è diversa. Il peperone rosso deve essere essiccato in cosiddette nzerte prima di essere passato nell’olio bollente! Si, perché dire “fritto” non rende bene l’idea in quanto il peperone deve passare nell’olio giusto pochi secondi, altrimenti bruciarlo è un attimo!

Io ne ho preparati un po’, alcuni li ho lasciati interi altri invece li ho sminuzzati nel baccalà che nel frattempo ho fatto raffreddare. Ne ho tirato fuori un composto che ho disposto in stampini circolari, ho aggiunto una granella di pistacchi e passati 5 minuti in forno con un po’ d’olio.

Ai tortini non mi restava che aggiungere il crusco intero e servire ai commensali. Pare abbiano gradito…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *